L’Estate e lo spannolinamento. Togliamo il pannolino tra vasino e riduttore.

Lo spannolinameto è considerato uno dei passi più importanti nella crescita di un bambino. Noi abbiamo deciso, come la maggior parte delle mamme, di farlo a inizio estate.

Attrezzati di vasino e riduttore abbiamo tolto il pannolino a Ludovica.

E’ arrivata l’Estate, Ludovica ha fatto 2 anni a Febbraio, abbiamo deciso che è arrivato il momento dello spannolinamento. Attrezzati di vasino e riduttore decidiamo di buttarci in questa avventura.

Avevamo deciso che l’ultimo venerdì di Giugno sarebbe stato il “giorno x”, il primo giorno senza pannolino di Ludovica. Eravamo tornati dalle ferie, avevamo smaltito le varie cerimonie tra battesimi e matrimoni, non avevamo impegni per il week end. Saremmo stati liberi e tranquilli da poterci dedicare solo a lei e al grande passo.

Un paio di giorni prima abbiamo cominciato a dirle che a breve le avremmo tolto il pannolino e abbiamo tirato fuori il vasino. Le abbiamo anche detto che avrebbe cominciato a fare la pipì come i grandi e abbiamo iniziato a portarla in bagno con noi per farle vedere dove si sarebbe seduta. Col suo modo di fare da monella ha mostrato totale disinteresse, da quando è nata la sorella ce la sta facendo pagare in tutti i modi….. Ci siamo attrezzati con diecimila mutandine, così non saremmo stati colti impreparati.

Abbiamo deciso di iniziarlo nella casa al mare che ha una grande terrazza, così lei poteva girare liberamente e se fosse successo qualche incidente di percorso sarebbe stato più semplice da gestire.

Con poche e semplici regole che ci siamo dati, avevamo predisposto il nostro “piano d’attacco”:

Non l’avremmo mai sforzata a sedersi sul vasino.
Se voleva bene, se non voleva non le avremmo imposto nulla. I bambini le imposizioni non le prendono bene.

Mai chiesto spesso se le scappava la pipì.
Non più di una volta ogni mezz’ora, e ogni volta che glielo chiedevo sbuffava. Magari la faceva dopo 10 minuti, ma le è piaciuto fin da subito venirtelo a dire lei e decidere da sola quando era il momento. Tutte le volte che la faceva era proprio soddisfatta, aveva la faccia felice di dirti che ce l’aveva fatta.

Grande festa ad ogni pipì fatta.
Io le avevo comprato una scatola con un set da cucina giocattolo, la prima volta glielo avevo dato vuoto e le avevo detto che mano a mano che faceva bene pipì e pupù gliene avrei dato un pezzo. Questo ci ha aiutati tantissimo, più di ogni altra cosa.

Avremmo fatto scegliere a lei se vasino, (che i primi giorni tendevamo a portarcelo dietro ovunque), o andare in bagno col riduttore.

Prima mattina senza pannolino, le abbiamo proposto sia bagno che riduttore ma nulla, (io ero già in ansia da blocco renale), dopo 4 ore ha deciso di sedersi sul vasino e farla. Da lì è partito il nostro vero spannolinamento e lei ha capito che le cose erano cambiate. A parte qualche piccolo inconveniente, ha capito fin da subito come funzionava. Il fatto di ricevere un piccolo giochino ogni volta che la faceva, è stato un dettaglio che per noi ha fatto la differenza.

Ludovica è da sempre una bambina molto autonoma, molto testarda e anche molto sveglia.
Credo che tutto ciò l’abbia aiutata molto in questo passo.

Da lì in poi è lei che sceglie se farla nel vasino o in bagno col riduttore, si prende la sua carta igienica e subito dopo si lava le manine. Ogni tanto abbiamo avuto qualche problema di blocco intestinale, ma con un po di Mannite e qualche massaggino sulla pancia abbiamo sempre risolto tutto. Adesso abbiamo sistemato anche questo “problemino”…

La cosa “bella” di avere un bambino spannolinato da poco è che nelle situazioni meno opportune sentirete una vocina dirvi “mamma pipì”. (E sarete fortunate, perché quando dice cacca è sempre più un casino!!). Che siate appena saliti in macchina, che siate in un negozio, che siate in coda al supermercato o al ristorante e vi è appena arrivata la pizza calda, Lui/Lei avrà un tempismo perfetto. Quindi puntualmente devi mollare qualsiasi cosa tu stia facendo e devi correre, correre subito il più veloce possibile verso i bagni per evitare incidenti di percorso.
Con un po’ d’esperienza ogni volta che andrete in giro in un luogo chiuso la prima cosa che farete è capire dove sono le vostre vie di fuga, i Bagni!!!!!!

La cosa che ci fa ridere tantissimo ad un mese dalla prima volta è che le dà grande soddisfazione fare la pipì. Ogni volta che la fa lo urla a tutti a gran voce che l’ha fatta, felice e con un sorriso a 36 denti, (forse qualcuno di meno…). Sia che siamo a casa, in giro a passeggio o al ristorante…….

 

Vieni a trovarci su Instagram: simplecrazyfamily
e sulla nostra pagina Facebook: simple crazy family

POTRESTI ANCHE LEGGERE

simplecrazyfamily

Ciao!!! Sono Giorgia, mamma di due bimbe, Ludovica e Camilla. Questo piccolo spazio tutto per me è nato dall’idea di condividere con voi la nostra vita da genitori e le mie passioni tra viaggi e cucina. Nessuna enciclopedia della brava mamma, ma semplicemente le nostre avventure.

CHI SONO
simplecrazyfamily
Chiudi il menu