L’Islanda: i nostri consigli pratici per un viaggio con bambini in questa isola meravigliosa

Stai per organizzare un viaggio in Islanda? Sicuramente starai valutando quando andare e come organizzarti. O ti starai chiedendo se è adatta a un viaggio con bambini, magari piccoli. A queste (e altre domande) vogliamo risponderti in questa breve guida.

Dopo aver trascorso una decina di giorni On the Road in questo bellissimo paese chiamato Islanda, mi sento di darvi alcuni pratici consigli e suggerimenti su sistemazioni valide anche in formato famiglia.

Se state pensando ad un viaggio in Islanda con la vostra famiglia e con figli abbastanza grandi da essere ormai viaggiatori paganti, tenete presente che è un paese molto caro, soprattutto in alta stagione che va da Giugno a Settembre.

Io vi consiglio caldamente di prendere in considerazione una partenza nella seconda metà di Maggio, il clima non è tanto diverso o tanto più freddo del mese che lo segue, i prezzi sono molto più bassi, ci sono meno turisti, di conseguenza i posti sono molto meno affollati e molto più piacevoli. Anche perché quando ci si trova in centomila dentro una piscina geotermale, uno sopra l’altro, non è la cosa più piacevole di questo mondo.
L’unica “problematica” che potreste trovare è che non tutti i ristoranti potrebbe essere aperti e, nella zona nord, avere meno scelta tra i tour di whale watching.

Per quanto riguarda il noleggio della macchina, uno vale l’altro, le uniche due cose alle quali farei attenzione sono: prendere una macchina tipo Suv o con gomme chiodate, (noi avevamo una golf con gomme chiodate), e l’assicurazione extra sui cristalli, noi l’avevamo dato che volevamo fare il giro dell’Isola e non sapevamo esattamente come sarebbero state le strade.

Tenete presente che l’Islanda ha una strada principale, bella e ben asfaltata, che fa da anello in tutto il paese. Da quella partono tutte le deviazioni per raggiungere i posti più spettacolari, con strade talvolta sterrate.

In Islanda le sistemazioni che vanno per la maggiore sono le Guesthouse e i Cottages. Queste sistemazioni sono ideali anche per i bambini, sono dotate di ogni comfort. Spenderei una preferenza per i cottages, piccole casette indipendente immerse nel verde. E se si pensa alle tante ore di sole, i vostri bambini possono correre e giocare all’aria aperta senza problemi.

Vi consiglio i cottages dove siamo stati noi e nei quali ci siamo trovati benissimo.

A Hella abbiamo soggiornato presso il Cafe Arhus Hella, per praticità vi lascio il link così potete guardarlo da soli. Piccole casette in legno dotate di bagno e angolo cottura ai bordi di un fiume, una sistemazione immersa nella pace e nella tranquillità.

A Blonduous siamo stati al Gladheimar Cottages, qua le sistemazioni sono più grandi, avevamo due stanze da letto un ampio salotto e cucina. Le sistemazioni più grandi nel dehor sono dotate di barbecue e vasca idromassaggio.

Essendo appunto un paese caro, le sistemazioni hanno cucina o angolo cottura e i supermercati non son

o di facile reperibilità, io vi consiglio di portarvi un po di spesa dall’Italia, le cose basiche. Noi, per esempio, eravamo partiti con un pacco di polenta, due pacchi di pasta, qualche scatoletta di tonno e qualcosa per la colazione.
Arrivati in loco abbiamo fatto ancora un po di spesa da Bònus, è l’unico supermercato a buon prezzo e con un’ampia scelta, ma non lo troverete ovunque.

Qui di seguito il nostro itinerario giorno per giorno, se volete sapere qualcosa di più continuate la leggere Islanda On the road:

1° Giorno: Reykjavik2° Giorno: Reykjavik – Circolo d’oro – Fludir – Hella
3° Giorno: Hella – Vik – Kirkujbaejarklastadur
4° Giorno: Kirkujbaejarklastadur – Skaftafell – Hofn – Jokulsarlon – Egilsstadir
5° Giorno: Egilsstadir (Fiordi Orientali)
6° Giorno: Egilsstadir – Myvatn
7° Giorno: Myvatn – Husavik – Akureyri
8° Giorno: Akureyri – Saudarkrokur – Blonduos9° Giorno: Blonduos – Stykkisholmur – Grundafjordur
10° Giorno: Grundafjordur – Hellnar – Arnarstapi – Borgarnes – Hafnafjordur – Keflavik11° Giorno: Keflavik

 

Vieni a trovarci su Instagram: simplecrazyfamily
e sulla nostra pagina Facebook: simple crazy family

POTRESTI ANCHE LEGGERE

simplecrazyfamily
Chiudi il menu