Sikinos, o Sicandro, piccola Isola delle Cicladi. Una Grecia brulla e autentica. Trovare pace e tranquillità in vacanza con due bambine.

E per il secondo anno consecutivo torniamo in Grecia. Questa volta le bambine sono due. Ludovica di 2 anni e mezzo e Camilla di 7 mesi in un mini tour tra le isole Cicladi.

Sikinos, per gli italiani Sicandro, è stata la nostra seconda tappa. Nell’organizzazione del nostro giro tra le Isole Cicladi, Siknos è stata dopo Ios e prima di Santorini.
Se volete qualche delucidazione su Sikinos prima di partire troverete molto poco sul web. Anche se la cercate sotto il nome di Sicandro. Le uniche notizie che potete trovare è che è “un’isola stagionale” molto piccola, dove non c’è nulla e che, quindi, offre molto poco.
Diciamo che questo è grosso modo la ragione per la quale ho deciso di passare qualche giorno della nostra vacanza qui.

L’isola della pace e della tranquillità.

Siamo arrivati in battello da Ios. Come vi ho raccontato nell’articolo su cosa c’è da sapere per organizzare una vacanza tra Isole Cicladi, i battelli sono altamente inaffidabili. Infatti da Ios la partenza era prevista alle 8, battello arrivato a Ios alle 8.40, sbarchiamo a Sikinos intorno alle 9,20. Diciamo all’alba per quest’isola. Noi siamo stati a Sikinos 4 giorni nella seconda metà di Settembre. Fin dal primo momento, da quando il battello apre il portellone per sbarcare, si capisce che non è la classica isola. Cosa che poi ci verrà confermata durante il nostro soggiorno.

Abbiamo soggiornato al Vrahos Rooms – Studio. Possibilità di appartamenti con angolo cottura in camera, che con Camilla in svezzamento è stato ottimo. La signora Maria che gestisce tutto vi farà sentire come a casa vostra. Potete chiederle qualsiasi cosa e lei sarà più che disponibile nell’aiutarvi.

Diciamo che d’estate si risveglia. Riaprono tutte le attività e l’isola si popola. L’isola fa solo 260 abitanti fissi. I centri abitati sono sul due, la zona del porto e la zona della Chora. In tutto il resto dell’isola il paesaggio è molto brullo con tantissime chiesette qua e là sparse sull’isola. Se ne contano una sessantina. Aperte e visitabili.

Scopriamo insieme Sikinos: l’isola che prende vita d’estate.

Sono d’accordo che forse non è il caso fare una vacanza intera su quest’isola. Ma passarci 3-4 giorni è sicuramente consigliato. E’ l’isola greca per eccellenza. Sarete a stretto contatto col popolo greco. Col loro modo di vivere. Vivrete una tipologia di vacanza assolutamente particolare. Non essendo meta del turismo di massa, soprattutto da parte degli italiani, non troverete mai sovraffollamento da nessuna parte. Sia che giriate in macchina che a piedi sarete circondati da una certa tranquillità e silenzio che vi sembreranno strani. Noi eravamo circondati anche dalle parole e dalle urla di Ludovica e Camilla. Hanno abbassato drasticamente l’età media dell’isola…..

Durante la nostra permanenza a Sikinos abbiamo chiacchierato con la gente del posto, oltre ai pochi turisti Austriaci che abbiamo incontrato. Abbiamo scoperto essere un meta degli appassionati di camminate.

Una volta in loco abbiamo scoperto essere l’isola del trekking.

Questo è una ragione per la quale a Sikinos vedrete poca gente. Gli appassionati di trekking sono alla scoperta dell’isola a piedi. Cammini culturali alla scoperta di chiese Bizantine, vecchi insediamenti, panorami e mulini a vento. Ci sono percorsi per tutti i gusti, da 35 minuti con 1,4 km fino ad arrivare alle 5 ore di cammino per 14,3 km. Partono tutti dalla Chora e sono ben segnalati. Quindi ecco dove vanno i turisti di giorno. Noi questo non lo sapevamo proprio, per noi è stata una scoperta fatta per caso una sera mentre facevamo correre un po’ Ludovica nel porto. Sul muro affianco alla biglietteria dei traghetti è affissa una cartina con tutti i percorsi.

Il monastero, la Chora, le spiagge, Manalis Winery.

Il monastero di Zoodochos Pigi è situato su una collina sopra La Chora. E’ raggiungibile sia a piedi con delle scalette che partono da Kastro, che in macchina tramite una traversa sterrata della strada principale. Da qui godrete di una vista mozzafiato dell’isola dall’alto e sul mar Egeo. Potrete vedere anche l’isola di Folegandros. In passato era un riparo frequente dei residenti durante gli attacchi dei pirati. Ad oggi ci vive una sola monaca che vi accoglie con gentilezza e vi spiega la suddivisione delle zone del monastero. Il panorama, l’aria che si respira, il monastero stesso, vi trasmetteranno una pace e tranquillità da rimanerne stupiti. Persino Ludovica e Camilla erano tranquillissime.

Arrivando in macchina si posteggia leggermente sotto il monastero. Ci si arriva da dietro e vi sembrerà di entrare in paradiso. Oltre al silenzio, davanti a voi le nuvole e l’infinito del mare. Per sensazioni trasmesse questo è stato uno dei posti migliori dove ho visto il tramonto più bello della mia vita.

La Chora, una piccola bomboniera. Un intreccio di stretti vicoletti che si fanno strada tra le piccole casette in stile greco. Tutte bianche con cancelletti, porte e persiane blu. E’ tutto cosi’ ordinato, silenzioso, tranquillo e pulito. Qualche baretto, un paio di ristoranti, due negozietti e, inaspettatamente, un paio di agenzie immobiliari. Qui potete vedere un piccolo time lapse del nostro gironzolare alla scoperta della Chora di Sikinos. Ludovica correva indisturbata per questi vicoletti, essendo sempre soli poteva fare quello che voleva. Se l’è proprio goduta.

Le spiagge. Quella del porto e Agios Georgios. Entrambe hanno degli ombrelloni e delle panchine messi dalla municipalità dell’isola. Esattamente 13 per quella del porto e 5 ad Agios Georgios. Questo è lo stile delle spiagge attrezzate dell’isola. In quella del porto ci sono diversi baretti e un ristorante. Ad Agios Georgios c’è un solo locale ma, attenzione, il 15 settembre finisce la stagione e chiude. L’abbiamo scoperto quando ci siamo stati noi e l’abbiamo trovato chiuso. Anche il mare è di quello ideale per i bambini. Cammini cammini e e tocchi sempre. Ludovica stava praticamente a bagno tutto il giorno.

Manalis Winery. E’ una cantina, diventata una delle attrazioni principali dell’isola. Proseguendo per la strada principale, si trova sulla destra poco dopo La Chora. Arrivati lì si gode di un paesaggio mozzafiato su terrazze coltivate a vigneti. Messo in posizione strategica, si può ammirare il tramonto sorseggiando un bicchiere di vino sulla loro terrazza. Offrono anche la possibilità di cenare da loro. Se siete in pochi sempre meglio avvisarli il giorno prima. Cmq questo è il loro sito.

Il noleggio dell’auto è altamente consigliato.

A meno che non siate gran camminatori o appassionati di trekking, la macchina va presa. I tempi di frequenza degli autobus sono molto dilatati. Le distante sono molto lunghe con strade ripide. I taxi sull’isola non esistono. Direi quindi che il noleggio di un mezzo è d’obbligo. Se siete in due lo scooter è perfetto. Se in famiglia ovviamente sarò la macchina. Una cosa da tener presente, Non hanno seggiolini auto per bambini. E poi, girare l’Isola in macchina, spesso nel nulla, è piacevole e rilassante.

Ci sono tre autonoleggi nella zona del porto. Uno dalla biglietteria dei battelli e due dal supermercato. Di cui uno è il supermercato stesso.

Noi con le bambine ci siamo trovati molto bene. Nonostante non ci fosse nulla noi avevamo tutto. Una camera con l’angolo cottura. Il mare vicino al casa. Una macchina a noleggio. Il ristorante sotto casa. La pace e la tranquillità. Abbiamo davvero apprezzato questi 4 giorni “fuori dal mondo”, come li abbiamo chiamati noi. Dopo Ios, questi giorni sono stati l’ideale per arrivare belli rilassati nella caotica Santorini. Ultima tappa della nostra vacanza.

Potete trovare qui gli articoli sull’organizzazione per un giro nelle Cicladi, Ios e Santorini.
Se invece volete qualche spunto per Cefalonia leggete qui.

Vieni a trovarci su Instagram: simplecrazyfamily
o sulla nostra pagina Facebook: simple crazy family

POTRESTI ANCHE LEGGERE

simplecrazyfamily

Ciao!!! Sono Giorgia, mamma di due bimbe, Ludovica e Camilla. Questo piccolo spazio tutto per me è nato dall’idea di condividere con voi la nostra vita da genitori e le mie passioni tra viaggi e cucina. Nessuna enciclopedia della brava mamma, ma semplicemente le nostre avventure.

CHI SONO
simplecrazyfamily
Chiudi il menu