Grecia, Cicladi: Isola di Ios. Le spiagge, la Chora, ma anche un po’ di divertimento. Una settimana con due bambine.

Per quest’anno… non cambiare… Stessa spiaggia… stesso mare…
Più o meno. Dopo l’anno scorso a Cefalonia anche quest’anno siamo tornati in Grecia. Un mini tour tra le Isole Cicladi con due bambine.

Abbiamo deciso di fare un giro tra le Isole Cicladi. Ios è la nostra prima tappa. Seguiranno la poco conosciuta Sikinos, (Sicandro), e la famosissima Santorini. Ios, isola scelta perché vicina Santorini, 1 ora scarsa di battello, tranquilla, ma con un po’ di vita e diverse possibilità. Vi dico questo perché Sikinos è stata scelta per tutt’altro motivo. Ma adesso concentriamoci su Ios e scopriamo quest’isola insieme, che va bene sia per famiglie con bambini che per ragazzi.

Per raggiungere quest’isola abbiamo preso il battello da Santorini. Come vi ho già raccontato nell’articolo sulla nostra organizzazione, i battelli greci sono inaffidabili. Siamo partiti con 1 ora di ritardo, il porto di Santorini è piccolo e, a parte un paio di baretti, non c’è nulla. Avevamo scelto un battello veloce, quindi con una 40ina di minuti ce la caviamo e sbarchiamo sull’isola di Ios.

In quest’isola poco distante dal Porto c’è una bellissima spiaggia. Ed è uno dei centri dove si sviluppa la “vita notturna”.

Noi abbiamo scelto un Hotel a 5 minuti a piedi dal porto, davvero comodo. L’Hotel Corali  ha una spiaggia attrezzata privata dove gli ospiti possono usare lettini e ombrelloni gratuitamente. Ha anche un bar/ristorante. Noi ci siamo fermati due volte a cena perché Ludovica voleva la pizza. Abbiamo ceduto alla pizza all’estero. E siamo rimasti piacevolmente stupiti. La fanno davvero buonissima, credo una delle migliori pizze che abbia mai mangiato fuori casa. Oltre alla classica pizza le fanno anche più grandi da condividere. Noi abbiamo sempre preso la Large, ci mangiavamo in 3, e Ludovica era felicissima di mangiare questa mega pizza. Se lo ricorda ancora adesso…

Tante sono le spiagge di Ios. Noi siamo stati solo in quella del porto e a Mylopotas.

Vi capiterà di leggere che la spiaggia del porto è brutta o che c’è un gran via vai di navi. Sarà che noi ci siamo stati a Settembre, ma noi l’abbiamo trovata molto bella e tranquilla. Sabbia fine e acqua cristallina, quel mare che cammini cammini e non diventa mai profondo, Ludovica stava delle ore in acqua. E’ vero ci sono le barche che arrivano poco lontano dalla spiaggia ma per quanto ci riguarda non sono state un problema. Anzi. Ludovica si divertiva un sacco a vederle arrivare e quando suonavano le sirene.

Oltre a quella del nostro hotel ci sono altre aree attrezzate appartenenti ad altri hotel o a bar. Oltre a diverse aree libere. Sulla Spiaggia c’è il baretto Sunset Beach ottimo per i pranzi. Tutto colorato prezzi ottimi e la signora che lo gestisce è simpatica e disponibile.

Siamo stati un paio di volte anche Mylopotas. Siamo partiti dalla piazza del porto dove c’è il capolinea degli autobus. 1,80€ a tratta e una 15ina di minuti di autobus, si scende esattamente di fronte a questa immensa spiaggia di sabbia d’orata. E’ una delle spiagge più famose dell’isola, il paradiso per chi vuole praticare sport acquatici. Per ovvie ragioni noi ci siamo limitati a guardare. Spiaggia attrezzata con tanti bar e ristoranti, avrete l’imbarazzo della scelta. Anche qua l’acqua è bassa, Ludovica si è divertita tantissimo.

Ios non è solo solo mare, ha una Chora stupenda.

La Chora è la capitale dell’isola, il vero centro cittadino. Arroccata su una piccola collina è un reticolo di piccoli vicoletti e scalini percorribili solo a piedi. Noi ci siamo stati con i passeggini, bisogna aver pazienza ma ce la si fa tranquillamente. Ricca di negozietti di souvenir, bar, ristoranti, discoteche, gli edifici sono tipici greci, tutti bianchi con porte, persiane e cancelletti blu. Andare a spasso per la Chora, tra le sue strade all’ora dell’aperitivo o fermarsi in qualche taverna greca per cena dà sensazione di pace e tranquillità. La Chora prende vita più sul tardi quando locali e discoteche aprono per la vita notturna dei ragazzi.

Nonostante non sia famosa come Santorini, anche da quest’isola si possono vedere tramonti bellissimi. Lo Ios Club Sunset Dining Bar è uno dei posti migliori dell’isola per ammirarlo. Devo ammettere che non è un posto prettamente per bambini, ma è bellissimo. Abbiamo contattato la responsabile chiedendole se potevamo andare con 2 bambine e ci hanno accolto benissimo. Diciamo che non è da tutti. Tra location, atmosfera, musica e vista mozzafiato è un posto dove consiglio di andare. In questo posto Ludovica ha capito e apprezzato per la prima volta il tramonto. Il momento nel quale per lei il sole và a nanna.

La zona del porto.

Dove abbiamo alloggiato noi. Non manca nulla. Diciamo che se volete passare una settimana tranquilla con i vostri bambini senza dover pensare a nulla è l’ideale. Spiaggia, Mini market e Super market, negozi di souvenir, bar, ristoranti e una piazza al centro. All’ora di arrivo e partenza dei battelli è abbastanza caotica e movimentata. Per il resto del tempo regna la pace. Forse è data anche dal fatto che era metà Settembre. Sta di fatto che è un posto che stra consigliamo.

Tra i diversi ristoranti in zona abbiamo cercato di provare le taverne più tipiche possibile. Siamo stati al ristorante Enigma, quasi più ristorante che taverna. Un po’ più curato e fine delle classiche taverne. Da Susanna, nella piazza centrale. Lei è un po’ particolare o vi è simpatica o antipatica, il suo modo di fare non dà spazio a mezze misure. Tovaglie a quadri, tzatziki, gyros e moussaka, i prezzi sono bassi e le porzioni moooolto abbondanti. E infine Kafenes, quasi non si vede, si confonde tra i locali che ha a fianco e invece è un locale a sé. Nascosto e al quale non dareste mezza lira, papà Samu ha deciso che avremmo cenato lì. Solo noi e un altro tavolo di turisti, in tutti gli altri gente locale. Menù scarno ma prezzi imbattibili, c’erano tutti i classici della cucina greca. Abbiamo mangiato veramente bene spendendo davvero poco.

Come muoversi su quest’isola.

Tralasciamo il noleggio dell’auto. Noi abbiamo trovato gli spostamenti con l’autobus molto semplici, che poi non sono autobus ma bus di linea. Le corse sono ogni 15, massimo 30, minuti e sono molto puntuali. I bambini non pagano e generalmente le corse più battute costano 1,80€ a persona. Diciamo che non troviamo la macchina necessaria per quest’isola soprattutto se si alloggia in posti strategici tipo il porto o dalla spiaggia di Mylopotas.

Una sola cosa non abbiamo fatto su questa isola. La camminata che parte dalla Chora, o addirittura dal porto, per raggiungere le 3 chiesette sulla collina di Ios. Sono posizionate una dopo l’altra e lungo il percorso fino ad arrivare in cima si può godere del paesaggio sull’isola. Noi con le bambine abbiamo preferito fare altro e stare più tranquilli.

La nostra settimana di vacanza a Ios, isola che si adatta a mille esigenze, è trascorsa tra i castelli di sabbia, le corse in spiaggia, i tramonti e le cene in stile greco. E’ certamente un’isola a misura di bambini, ma ideale anche per ragazzi o signori. E’ un’isola che non ti lascia insoddisfatto, sotto nessun punto di vista.

Difficile non innamorarsene.

La nostra vacanza è continuata sull’isola di Sikinos e infine a Santorini.

Vieni a trovarci su Instagram: simplecrazyfamily
o sulla nostra pagina Facebook: simple crazy family

 

POTRESTI ANCHE LEGGERE

simplecrazyfamily
Chiudi il menu