L’Avana, Cuba: una città affascinante da scoprire in coppia, ma poco a misura di bambino!

Vacanza a Cuba. Di sicuro non può mancare una visita a L’Avana! Una città unica, ricca di fascino e di cose da vedere. Però… secondo noi stupenda in coppia, ma poco adatta per una vacanza con bambini.

Durante il nostro soggiorno a Cuba, a Varadero, abbiamo deciso di andare a L’Avana, fermandoci li’ una notte. Abbiamo cercato di dare un senso alla vacanza, un po di scoperta del paese oltre allo stare in spiaggia a prendere il sole. Abbiamo seguito un’escursione con guida, in modo da riuscire a vedere il più possibile visto il poco tempo a disposizione che avevamo.

Fin da subito vi dico che io mi sento di sconsigliarla assolutamente con bambini piccoli. Si cammina parecchio al caldo, troppa confusione e l’aria che si respira non è tra le più pulite. Se proprio volete andare con vostro figlio andrei non prima dell’età scolare. Gli racconterei un po la storia di Cuba prima di partire in modo da fargli salire l’interesse per questo paese e dare un senso alle cose che vedrà una volta arrivato a destinazione.

Noi siamo partiti dall’Habana Vieja, (L’Avana vecchia), che è stata dichiarata Patrimonio dell’Unesco nel 1982. Splendidi palazzi coloniali perfettamente ristrutturati, che si alternano ad edifici vecchi, decadenti e quasi fatiscenti. L’Habana vieja si gira a piedi e si sviluppa attorno a quattro piazze. Questo suo aspetto da un lato ricco e dall’altro povero rispecchia l’essenza dei suoi abitanti.
Non tanto lontano da qui si trova il Mercado de Artesania, coloratissimo mercato dell’artigianato locale. All’ingresso c’è una piccola bottega che vende sigari fatti a mano, la signora mentre li fa vi spiega anche il procedimento.

Siamo passati per il Museo della Rivoluzione, che abbiamo visto solo da fuori. Difficile non notarlo dati tutti i mezzi militari della rivoluzione esposti nel giardino a cielo aperto. Tra tutti questi mezzi , ben in vista, c’è la barca con la quale Che Guevara e altri 80 guerriglieri rientrarono sull’isola nel 1965. Davanti al palazzo del museo si trova invece il carro armato usato da Fidel Castro durante la Battaglia di Giron, nella Baia dei Porci, quando nel 1962 gli USA tornarono ad invadere Cuba. Proprio per il discorso fatto prima, vostro figlio darebbe un senso a ciò che gli è stato raccontato, e troverebbe interessante fare anche una giornata un po’ più culturale.

Abbiamo proseguito sulle orme di Hemingway andando in prima battuta al Floridita, locale molto amato dall’artista e dove è stato inventato il Daiquiri. Arrivando alla Bodeguita del Medio dove lo scrittore amava sorseggiare Mojito.

Un salto a Plaza de la Revolucion, un’immensa piazza sede di numerosi edifici governativi, nella quale svettano le immagini di Che Guevara e Camilo Cienfuegos. Al centro il monumento dedicato alla gloria nazionale Josè Martì.

Infine, non potete andare via se non avete fatto un passo al Malecon, il lungomare cittadino più famoso e più lungo del mondo, reso celebre da fotografi, turisti e film. E’ il fulcro della vita degli habanero, la sera al calar del sole si popola di migliaia di persone tra locali e turisti. Se non volte fare una passeggiata, potete godervi lo spettacolo comodamente seduti su una di quelle fantastiche auto d’epoca dai colori sgargianti mentre fate il giro della città. Cosa apprezzata da grandi e piccini.
Un piccolo consiglio, scegliete molto accuratamente la sistemazione per dormire a L’Avana. Troverete spesso Hotel a 4 stelle con foto di hall bellissime e pochissime foto delle camere. Ecco, li potreste avere qualche sorpresa. La nostra guida ci ha detto che a Cuba gli hotel si danno le stelle da soli, non c’è nessun organo di controllo.

Detto ciò, data appunto la povertà, è un paese che potrebbe non piacere. Ma, a parer mio, ha un fascino e una bellezza che nessun altro paese ha. Cuba è semplicemente Cuba e non la si può mettere a confronto con nessun altro paese. E se pensate ad un viaggio a Cuba con bimbi piccoli vi consiglio di evitare L’Avana e stare solo sul mare. Leggete il nostro punto di vista su Varadero.

Vieni a trovarci su Instagram: simplecrazyfamily
e sulla nostra pagina Facebook: simple crazy family

POTRESTI ANCHE LEGGERE

simplecrazyfamily
Chiudi il menu